Pur nei limiti di un’associazione amatoriale, l’associazione guarda con attenzione anche al filone della ricerca scientifica.

Tra i primi progetti al quale il Gruppo Astrofili ha partecipato c’è il progetto SETI@home, un progetto di calcolo distribuito che usa computer connessi a internet. L’esperienza acquisita negli anni ha poi permesso di prender parte a progetti sempre più complessi culminati nella citazione nell’articolo articolo scientifico del Progetto ExoClock sulla rivista The Astrophysical Journal, una delle più importanti pubblicazioni scientifiche specializzate nel campo dell’astronomia e dell’astrofisica.

Altre iniziative del Gruppo riguardano l’aiuto in progetti e tesi legate all’ambito scolastico e universitario.